1. Le Botteghe
  2. »
  3. NeverNeverLand

I nostri progetti per realizzare Laboratori Ipermediali online che consentano a studiosi, autori e docenti di apprendere e sperimentare la lezione metodologica dei grandi scrittori e illustratori inventori della narrazione multiespressiva e intermediale.
 La Bottega “NeverNeverland” assume come tutor virtuali quegli autori e cantastorie che hanno sviluppato ed esercitato straordinarie capacità artistiche componendo e narrando con ogni forma espressiva e mediale capolavori per l’infanzia. Questi artisti, spesso considerati minori per la loro vocazione ludica, hanno dato vita a collaborazioni d’eccezione - tra scrittori, disegnatori, musicisti, coreografi - praticando e insegnando a nuove generazioni la composizione a più mani e livelli espressivi, e la narrazione scenica per cantastorie «onemanband» o per ensemble di attori, muscisti, ballerini. A tali artisti e alle loro capacità è dedicata questa Bottega. 
I Laboratori che intendiamo realizzare sono pensati per aiutare i piccoii e grandi utenti della Bottega (i bimbi e gli adulti che non hanno perso il candore dell’infanzia) a non smettere di sognare e a trasformare le passioni dell’infanzia in competenze artistiche. 
I progetti che ci proponiamo di attuare sono concepiti per aiutare ad apprendere la lezione metodologica dei grandi cantastorie di ogni tempo e luogo, per insegnare a padroneggiare e integrare tutte le forme espressive, e a dar vita a nuovi prodotti spettacolari attraenti e insieme educativi, in forma di novella, commedia, concerto, film, opera, cartone animato. 
In sintesi abbiamo voluto dedicare una Bottega apposita alla narrazione per l’infanzia per poter contribuire sia a mantenere viva quella tradizione di favole e leggende archetipiche che alimentano ogni forma d’arte, sia a formare una nuova generazione di potenziali artisti capaci di manipolare questa materia narrativa ed espressiva anzitutto per gioco e poi per professione, e non ultimo per mostrare, far apprezzare e invitare a studiare con molta attenzione le innumerevoli qualità di questi racconti che costituiscono buona parte del nostro patrimonio umanistico. La narrazione per l’infanzia in forma artistica, così come è stata praticata da autori come James Barrie, Lewis Carroll, Arthur Rackham, Carlo Collodi, Walt Disney, è spesso maltrattata da edizioni inadeguate, e soprattutto non è considerata parte integrante e fondamento di una formazione umanistica artistica e scientifica fondata sullo studio attento e sullo sviluppo delle nostre tradizioni, che con le favole e i miti ci insegnano a narrare e a ediucare con l’arte e all’arte i nostri figli, nipoti e allievi.
Con questa Bottega abbiamo voluto creare un ambiente di studio per supportare chi vuole ancora comporre e narrare storie rivolte all'infanzia. Uno strumento per aiutare a insegnare e ad apprendere come comporre racconti che sviluppino in nuove varianti i modelli archetipici attraverso cui, per secoli, hanno viaggiato e si sono trasmessi gli ideali della nostra civiltà. Un ausilio per capire come anche e anzitutto le favole, i miti, le leggende di tradizione popolare concorrano a far nascere capolavori artistici.
In questo laboratorio è possibile studiare da un lato il racconto «inter-mediale», che attraversa tutte le forme espressive e mediali in cui si sviluppa; da un altro il racconto «multi-espressivo» e «multi-mediale», che sfrutta tutte le forme espressive e mediali e che prevede e necessita quindi un lavoro «a più mani» tra scrittori, illustratori, musicisti e registi.
Particolare attenzione è riservata a quei racconti leggendari che hanno generato capolavori immortali, molteplici varianti e saghe dedicate a un medesimo personaggio; un piccolo eroe che attraversando il tempo e i media, cambiando costume, ambientazione e spesso anche nome, non ha mai smesso di vivere come protagonista di testi che continuano a ristamparsi, in varie edizioni, per nuove generazioni di bambini precoci e di adulti un po' infantili, che amano rileggere questi racconti e che spesso, proprio da essi, traggono insegnamenti per intraprendere un cammino artistico.
Questa Bottega entra infatti nel merito delle condizioni da cui nasce il racconto stesso: la fiaba e il mito. Nei Laboratori in cui si articola trovano posto tutti quei racconti di cui si sono nutriti gli artisti e i loro lettori e spettatori per secoli. Attraverso questi Laboratori è dunque possibile, per un'insegnante, imparare come aiutare i propri allievi a coltivare e a non perdere quelle capacità elaborative che il mondo degli adulti e quello del lavoro finiscono troppo spesso per frustrare, scoraggiando chi voglia intraprendere una carriera artistica.
Attraverso questi progetti, inoltre, gli adulti possono imparare a dialogare un po' meglio con i propri figli, mentre questi ultimi possono capire un po' meglio i propri genitori. E infine, gli artisti possono cimentarsi esplicitamente con quella materia narrativa ed espressiva che serve loro per esercitarsi a creare storie e per mantenere sempre vivi, nelle storie che creano, quei legami fondamentali con il mondo immaginario dell'infanzia, che sarà anche il mondo dei propri lettori e spettatori.
Alla Bottega “NeverNeverLand” fa da corollario il progetto - che presentiamo nella sezione “ricerche e progetti” con il nome “la banca delle favole” - che consiste nel creare un grande archivio mondiale di favole in ogni forma espressiva; un archivio multimediale online che raccolga e organizzi versioni, illustrazioni e messe in scena di racconti ogni luogo, di ogni tempo e in ogni lingua. Tale archivio costituisce il presupposto necessario per sviluppare sistemi ipermediali come quelli che la nostra Bottega intende creare e offrire al mondo Educational; e costituisce anche un deposito utile per tutti i cantastorie di ogni paese che vogliano attingere a questa materia per farne spettacoli e nuove narrazioni, per trattarla come un oggetto «topologico» da riorganizzare e rielaborare per poterlo almeno recitare in varie lingue e far conoscere a bambini di ogni paese.