Introduzione  •  Articolazione

Come valorizzare il patrimonio umanistico creando gli strumenti adatti per trarre da esso gli insegnamenti di coloro che l'hanno creato

Il piano di lavoro per ridare vita, in una nuova forma digitale, alle botteghe dei grandi maestri del passato

Vuoi diventare un Classico? Impara dai Classici! Entra nei loro laboratori di studio e acquisisci le loro stesse competenze sotto la loro guida virtuale e attraverso lo studio sistematico dei loro progetti. Imparerai a padroneggiare gli strumenti adatti per apprendere e insegnare, sviluppare e applicare gli insegnamenti dei grandi maestri della tradizione umanistica. Esplora i programmi dei nostri Laboratori. Scopri i progetti a cui stiamo lavorando e contribuisci ad attuarli.

Le nuove botteghe umanistiche sono i luoghi fisici o virtuali in cui collaboriamo, in presenza o a distanza, e formiamo i nostri collaboratori. Tutti i nostri progetti infatti vengono suddivisi e condivisi tra le diverse botteghe, sviluppati da team di ricercatori, autori e iperautori che li curano dalla fase ideativa fino a quella distributiva, occupandosi anche di formare i nostri aspiranti collaboratori selezionati tra i nostri allievi più meritevoli.
Dalle botteghe i nostri collaboratori hanno accesso agli archivi umanistici le cui risorse consentono loro di condurre attività di ricerca metodologica e tecnologica, anzitutto per restaurare e studiare capolavori dimenticati, quindi per costruire percorsi esplorativi e sistemi di studio reticolari adatti a consentire a diversi tipi di utenti di apprezzare quei capolavori e di ricavare da essi le straordinarie competenze con cui sono stati creati e con cui funzionano.
Inoltre nelle botteghe accogliamo periodicamente tirocinanti, allievi, apprendisti interessati a formarsi per diventare nostri collaboratori. Dal momento che siamo i soli a praticare e a coltivare questa metodologia di lavoro formiamo i nostri stessi collaboratori affinché possano acquisirla e praticarla nel modo più corretto oltre che insegnarla ad altri.
Recentemente le botteghe virtuali hanno preso il posto di quelle fisiche, polifunzionali, che per anni abbiamo allestito sfruttato gli spazi messi a disposizione dai nostri soci e partner istituzionali per poter realizzare i nostri prodotti e servizi, distribuendo i progetti tra i collaboratori e organizzando fitti calendari di attività di studio e didattica, progettazione e sviluppo in presenza.
Oggi le botteghe virtuali ci consentono di collaborare a distanza sfruttando giacimenti di risorse archiviate off line e on-line e condivise tra gli autori e ricercatori dell'istituto che si occupano del medesimo progetto. Ognuna delle botteghe raccoglie i progetti della medesima area di ricerca progettazione sviluppo.
Solo i collaboratori e gli allievi possono accedere agli spazi riservati in cui sono salvate le versioni beta dei sistemi in corso di sviluppo; e solo ad essi è riservato l'accesso alle risorse d'archivio necessarie per realizzare i prodotti e servizi.
I nostri utenti possono accedere on-line alla sezione pubblica delle botteghe, dove possono esplorare tutti i nostri progetti passati e presenti, e per ognuno di essi conoscerne gli obiettivi e le articolazioni, e ottenere informazioni sullo stato di avanzamento della loro realizzazione e distribuzione.
A causa della nostra scarsa disponibilità di risorse da poter investire in questa attività e a causa degli ostacoli che abbiamo incontrato proprio in quelle istituzioni che avremmo voluto come partner, i progetti sono di gran lunga più numerosi dei prodotti e servizi che possiamo offrire grazie alla loro realizzazione. Inoltre dovete attendere che molti progetti realizzati siano convertiti e implementati per una distribuzione on-line.
La maggior parte dei nostri progetti realizzati sono ancora in versioni analogiche o digitali off line e richiedono un investimento indispensabile per trasformarli in servizi e prodotti fruibili on-line. La decisione di rendere fruibili tutti i nostri progetti ai nostri utenti nasce non solo dalla volontà di far riconoscere quel che avremmo potuto e voluto realizzare - e che spesso abbiamo dovuto rinunciarvi o interrompere a causa degli ostacoli di cui sopra - ma anche dal desiderio di coinvolgervi nella nostra attività come potenziali sostenitori o coautori di progetti che potrebbero ancora vedere la luce od essere completati proprio grazie al vostro sostegno. Speriamo cioè che vi innamorerete di progetti che vorreste vedere realizzati ma che purtroppo ancora non lo sono completamente o parzialmente ma di cui intanto potete conoscere il piano di sviluppo. In questa sezione del nostro portale potete in altri termini scoprire qual è il piano di lavoro che ci siamo ripromessi di attuare e in quali aree si articola; un piano di lavoro che cerchiamo di attuare nel tempo cogliendo ogni occasione che ci viene offerta per poterne attuare una parte. Come vedrete molti progetti sono rimasti allo stato di pianificazione, altri sono stati realizzati in parte e altri ancora hanno avuto realizzazione off line e poi on-line di cui potete fruire i risultati nelle sezioni del nostro portale dedicate alle due mediateca e alla scuola di narrazione polì espressiva dove via via renderemo fruibili i prodotti e servizi che completiamo e rendiamo adeguati ad una fruizione completamente on-line.
Riguardo alla necessità di organizzare il nostro lavoro in botteghe abbiamo spiegato in diversi punti di questo portale che riteniamo indispensabile per formare nuovi artisti scienziati ed educatori o in una sola parola umanisti ricreare anche se in forma virtuale quelle botteghe dove si sono formati e dove hanno creato i loro capolavori i nostri maestri, coloro che ci hanno lasciato le opere da cui vogliamo estrarre i loro insegnamenti metodologici.
Ricreare virtualmente botteghe dove sia possibile ideare e sviluppare progetti senza i condizionamenti di quella politica culturale che ha portato al degrado in cui viviamo, dove sia possibile realmente formare gli autori del futuro sotto la guida sia pure virtuale degli autori del passato vuole essere il nostro contributo per ricucire lo strappo con la tradizione umanistica e per combattere proprio quella politica culturale che non vogliamo più dare per scontata rassegnarci ad accettare come una ineluttabile seconda natura.
Nelle nostre botteghe non solo vogliamo riprendere progetti pensati da grandi umanisti e non attuati o non attuati completamente adeguatamente da loro per portarli a compimento ma vogliamo anche ridare voce a quei grandi maestri del passato per formare coloro che potranno raccogliere il loro testimone che potranno anche a distanza di uno o più secoli considerarsi con orgoglio loro allievi e continuare la loro attività senza essere condizionati da quella cultura contemporanea che sta cercando di cancellarne la memoria.
Anche qui vogliamo sottolineare che non si tratta di un'operazione di nostalgia o passatismo. Non pochi sono anche gli autori che nel secolo scorso hanno agito controcorrente per cercare di continuare il lavoro dei loro maestri mentre già alle politiche culturali cercavano di oscurare il valore della tradizione umanistica sostenendo solo quegli autori e quei progetti che facevano tabula rasa. Non pochi dicevamo tra gli autori che sono stati nostri maestri diretti nostri contemporanei troveranno spazio nei nostri laboratori nelle nostre botteghe come maestri di cui possiamo ancora sentire la voce in alcuni casi persino averli tra noi a collaborare ai nostri loro progetti. Ma sempre di meno è possibile trovare compagni di strada che non abbiano rinunciato a investire in attività che sono ostacolate da chi potrebbe produrre distribuirle. Tuttavia speriamo che proprio la diffusione on-line dei nostri progetti solleciti quanti hanno rinunciato stanno per rinunciare a non farlo a collaborare con noi per attuare progetti che se non sul piano locale almeno su quello internazionale siamo certi che avranno il successo che meritano.
Come vedrete nessuno dei nostri progetti all'interno delle nostre botteghe porta i nostri nomi perché noi vogliamo essere e siamo collaboratori a distanza di grandi autori che non possono più continuare la loro attività e al contempo formatori di nuovi autori e studiosi adoperandoci per ridare voce ai nostri stessi maestri in veste di tutor virtuali dei nostri allievi. Come scoprirete da quanto abbiamo realizzato il nostro impegno sta nel ridare voce a grandi autori del passato per far sì che con il nostro lavoro divengano anche dei grandi maestri insegnanti loro malgrado di ciò che hanno saputo far meglio così che ciascuno di voi qualora non si accontenti di imparare soltanto a scrivere recitare suonare possa avere in quei maestri un tutor che gli insegni come farlo in forma artistica cioè come scrivere recitare suonare nel modo in cui lo hanno fatto quei maestri creando capolavori. Ognuno dei nostri progetti che troverete presentato nelle botteghe è un cantiere aperto a cui lavoriamo per continuare l'attività di quei maestri e per trasformare loro stessi capolavori in strumenti di studio delle straordinarie competenze racchiuse in essi. Conoscere i nostri progetti ovvero i progetti di quegli autori che vogliamo riportare alla luce è il primo passo che potete fare per avvicinarvi a noi e a loro per poter decidere quali progetti seguire sostenere e grazie anche al vostro sostegno poter vedere completati e quindi fruibili da voi stessi. Intanto nelle aree dedicate alle due mediateca e alla scuola di narrazione potete trovare prodotti e servizi completati che vi daranno un'idea chiara ed esemplificativa di ciò che potremmo realizzare con ognuno dei progetti che troverete spiegato è articolato all'interno di ognuna delle botteghe.
Per poter partecipare all'attività delle botteghe dovrete diventare nostri collaboratori e per farlo dovrete aver seguito la nostra scuola per acquisire le competenze necessarie per poter lavorare sui preziosi documenti d'archivio su cui si basa il nostro lavoro all'interno delle botteghe. Se ritenete troppo impegnativo e non avete il tempo necessario per potervi formare e diventare nostri collaboratori potrete sempre sostenere i nostri progetti, quelli che leggerete in questo spazio, aiutandoci a realizzarli in modo che voi stessi i vostri allievi vostri ragazzi possano fruirne.
Quando leggerete che un progetto è fermo ad un certo stadio domandatevi se volete contribuire a farlo avanzare ed aiutateci a farlo.
Le otto botteghe, distinte e complementari tra loro che permettono di trattare lo studio della narrazione artistica sotto diversi aspetti. Ogni Bottega raccoglie quei progetti che riguardano un medesimo aspetto della narrazione:
Auteurstudio si occupa dei principi della narrazione audiovisiva, RaccontoInCanto di quelli della narrazione multimediale propria del teatro musicale, Shakespeare & Co. di quelli della narrazione teatrale, Perché rileggere i classici di quelli della narrazione letteraria, Neverneverland di quelli della narrazione per l'infanzia, L'attimo fuggente di quelli della narrazione visiva, Il cenacolo degli umanisti di quelli della narrazione didattica, Le vie per Xanadu di quelli della narrazione reticolare enciclopedica).
Per ciascuna Bottega è infatti previsto un piano di realizzazione e distribuzione di Sistemi di Studio Reticolari pertinenti ad essa, per consentire agli utenti di apprendere i medesimi principi narrativi e compositivi lavorando su opere di diversi autori.
Alcuni progetti sono condivisi tra più Botteghe. Ogni progetto può comprendere oltre allo sviluppo di Sistemi di Studio, anche quello di Mostre, Spettacoli, Pubblicazioni. I Sistemi di studio sono l’oggetto più complesso da realizzare e si basano su un modello di apprendimento reticolare che correla tra loro una molteplicità di strumenti di studio a una molteplicità di oggetti di studio. I sistemi sono concepiti per supportare sia l'attività formativa degli utenti sia un'attività didattica di questi con propri eventuali studenti; essi consentono di acquisire sia nuove competenze che nuove conoscenze, aiutando gli utenti da un lato a scoprire nuovi punti di vista con cui osservare oggetti già conosciuti, e da un altro a scoprire nuovi oggetti da osservare con i punti di vista già acquisiti.
Attraverso le Botteghe ci occupano principalmente della progettazione e dello sviluppo di nuovi strumenti per il settore educational: insieme ai sistemi di Studio - e proprio per promuoverne la conoscenza e l'utilizzo - realizziamo e distribuiamo mostre virtuali, spettacoli e lezioni-spettacolo; inoltre contribuiamo a creare o implementare i fondi digitali degli autori che costituiscono la bibliomediateca digitale virtuale e diffusa associata ai Sistemi, da cui i Sistemi stessi attingono risorse per proporre viaggi intra e inter testuali.
Attraverso i Sistemi di Studio realizzati da ogni Bottega noi offriamo formazione, specializzazione e perfezionamento ai nostri utenti; valorizziamo risorse preziose esterne ai Sistemi (promuovendo indirettamente i contenuti digitali dei distributori pubblici o privati di contenuti on demand); e infine forniamo, agli stessi utenti, percorsi didattici esemplificativi per aiutarli a svolgere attività didattiche interdisciplinari di studio della narrazione e composizione dei testi.
Le spese per la progettazione e realizzazione dei Sistemi, sono coperte con l’aiuto di Sostenitori e Partner. Una volta rientrate le spese, gli ulteriori contributi e investimenti produttivi vengono spostati sui nuovi titoli previsti dal programma di ogni Bottega.
Il nostro obiettivo è arrivare a distribuire gratuitamente tutti nostri prodotti e servizi ovunque siano presenti condizioni di povertà e arretratezza culturale, ovunque vi siano bambini bisognosi di istruzione e di evasione, ovunque vi sia interesse a ricreare le condizioni per tornare a fare arte e scienza.